Tool Icon

Leggi i codici a barre

Rileva codici a barre ed estrai informazioni

Rilascia il tuo file qui o
  • Carica dal tuo dispositivo
  • Carica da Google Drive
  • Carica da DropBox
  • Carica da indirizzo web (URL)
Dimensione massima del file: 256 MB

I tuoi file sono al sicuro!

Utilizziamo i migliori metodi di crittografia per proteggere i tuoi dati.

Tutti i documenti vengono automaticamente eliminati dai nostri server dopo 30 minuti.

Se preferisci, puoi eliminare il file manualmente subito dopo l'elaborazione facendo clic sull'icona del cestino.

Come leggere i codici a barre in un documento online

  1. Per iniziare, rilascia il file o caricalo dal dispositivo o dal servizio di archiviazione cloud. Se utilizzi AvePDF con il tuo cellulare, puoi acquisire il codice a barre con la fotocamera del dispositivo.
  2. Selezionare il tipo di codice a barre che si desidera decodificare e il relativo intervallo di pagine, quindi fare clic sul pulsante Leggi codici a barre.
  3. Le informazioni estratte vengono visualizzate sullo schermo e puoi copiarle negli appunti facendo clic sul pulsante Appunti.
How to use

Lo sapevate?

Esistono diversi tipi di codici a barre
UN Codice a barre 1D è una serie di linee bianche e nere di larghezza e spaziatura variabili. Questo modello visivo contiene informazioni che vengono lette da un dispositivo. I codici a barre sono ormai onnipresenti nei settori delle vendite, delle consegne e dei trasporti. Ogni codice a barre è unico e può essere generato all'infinito.
I cosiddetti codici a barre 2D contengono più informazioni rispetto ai codici a barre 1D e possono anche crittografare immagini e URL, oltre a numeri e caratteri.
Il QR Code (abbreviazione di QR per Quick Response) è un moderno codice a barre utilizzato più spesso per reindirizzare un utente a un sito Web o a un'applicazione. Di recente, nel contesto della pandemia di COVID 19, li ritroviamo nei ristoranti per visualizzare i menu e sui certificati di screening e vaccinazione.
UN Data Matrix è un codice a barre bidimensionale composto da vari quadratini bianchi e neri. Molto simile al codice QR, il Data Matrix viene utilizzato solo per codificare testo o dati numerici. La lunghezza dei dati codificati dipende dal numero di celle presenti nella matrice. Un codice a barre Data Matrix può codificare fino a 2.335 caratteri alfanumerici! Molto comune nell'industria alimentare, la sua leggibilità facilita l'etichettatura.
Il codice azteco (codice azteco) è un codice a barre 2D con un motivo centrale di cerchi concentrici (occhio di bue in inglese) che ricorda le piramidi azteche viste dall'alto. Poiché occupa meno spazio rispetto ad altri codici a barre 2D, è più resistente ai danni rispetto ai codici a barre più grandi ed è ideale per l'uso con dispositivi mobili.
Il PDF417 combina sia le barre dei codici a barre 1D che la matrice bidimensionale dei codici a barre 2D. Si trova su alcuni documenti di identità, biglietti di trasporto e nel settore postale. PDF in PDF417 sta per Portable Data File e quindi non si riferisce all'acronimo PDF Portable Document Format. I codici a barre PDF417 sono stati i primi codici a barre 2D a guadagnare popolarità grazie alla loro capacità di correzione degli errori. Successivamente, tutti i codici a barre 2D utilizzeranno la cosiddetta correzione degli errori Reed-Solomon, che consente di leggere i codici a barre anche se sono stati danneggiati.
Usiamo i codici a barre da molto tempo
Il primissimo codice a barre (codice a barre 1D, chiamato anche lineare) è stato scansionato nel supermercato Marsh di Troy, Ohio, USA, nel 1974. L'obiettivo era quello di tenere traccia degli articoli venduti e semplificare il processo di vendita e l'inventario. Ha poi guadagnato rapidamente popolarità e si è diffuso in tutto il mondo.
I codici a barre 2D (bidimensionali) sono più recenti.
Ynjiun P. Wang di Symbol Technologies ha sviluppato il codice a barre PDF417 nel 1991. Il suo obiettivo era ottenere un tipo di codice a barre più leggibile e che offrisse una migliore correzione degli errori rispetto ad altri codici a barre dell'epoca. Oggi, il codice a barre PDF417 viene utilizzato in particolare per i visti nello Stato di Israele e sulle carte d'imbarco di varie compagnie aeree di tutto il mondo.
Il codice QR è stato inventato nel 1994 da Denso Wave, un'azienda automobilistica con sede in Giappone. Creato per contenere più informazioni rispetto ad altri tipi di codici a barre, il codice QR è diventato rapidamente il più utilizzato. Oggi i codici QR possono essere di diverse dimensioni. Il micro codice QR più piccolo e leggero costa meno da stampare ed è più facile da condividere.
Rispetto alle tecnologie precedenti come il codice a barre 1D, il codice azteco viene utilizzato molto meno. Dopo essere stato progettato nel 1995 dall'Associazione per l'identificazione automatica e la mobilità (AIM, Inc.), è stato rapidamente brevettato e reso pubblico.
Il codice a barre Data Matrix è stato inventato da International Data Matrix, Inc. nel 2005. Questo codice a barre è diventato rapidamente popolare per la sua capacità di codificare semplicemente il testo, facilitando così il processo di creazione e identificazione delle etichette per molte aziende.
Altri strumenti